12/12/2018
Lo Zelten è un dolce tipico della tradizione natalizia del Trentino Alto Adige.
Molto probabilmente il suo nome deriva del tedesco “seltern” che significa “a volte”, proprio a rimarcare l’eccezionalità di questa preparazione la cui storia si perde nell’antichità; il primo documento in cui lo Zelten viene citato è conservato a Rovereto e risale al settecento. Molto probabilmente veniva già preparato in epoche più remote, forse legate al Culto della Dea Madre e del solstizio d’inverno, come suggerisce la forma circolare che ricorda il disco solare dove le mandorle sembrano disegnare raggi o fiori, come ad augurare il risveglio della natura. Si preparava il 21 dicembre e si consumava a Natale.
Ogni famiglia dunque conserva gelosamente la sua ricetta.

Noi vi proponiamo la nostra:

Ingredienti
Ingredienti:
• Farina, 400 g
• Zucchero, 200 g
• 2 Uova
• Burro, 100 g e ½ bicchiere di olio
• Noci, 100 g
• Fichi, 100 g
• Pinoli, 100 g
• Mandorle, 100 g
• Cedro candito, 100 g
• Uva sultanina, 100 g
• 1 o 2 bustine di lievito
• Rum

Preparazione
Sbattere i tuorli delle uova con lo zucchero e il burro sciolto precedentemente. A questo punto aggiungete la farina mescolata prima con il lievito, la frutta secca (avendo precedentemente lasciato in ammollo l’uva nel rum) e i canditi e il rum restante. Alla fine aggiungere gli albumi montati a neve. Stendete la pasta in una terrina precedentemente imburrata e infornate a 220 C° per 30-40 minuti.
Solitamente lo Zelten dell’ Alto Adige contiene meno farina e più frutta secca, inoltre viene lavorato anche a forma di cuore o ciambella.

Abbinamento vino:
Vi proponiamo questo dolce tipico in abbinamento con qualcosa di particolare che viene prodotto nella vicina Faedo dagli innovativi e creativi proprietari di Pojer e Sandri. Si tratta del "Merlino", un vino rosso dolce fortificato con brandy raffinato, molto profumato, di grande eleganza, con note di frutti di bosco e ribes, vaniglia, caffè, cacao.
Viene fatto maturare 10 mesi in botti di rovere.